PUBBLICITA'
PUBBLICITA'

PostHeaderIcon Il mio primo corso vele

Diario di un allievo

Ho partecipato con entusiasmo al mio primo corso vele all’Aero Club del Fermano, che si è svolto il 22 e 23 settembre 2007. Lo definisco “primo” perché un’esperienza simile nel nostro sport, illuminante per un’infinità di motivi, non può certo essere esaustiva (e naturalmente non ne ha la pretesa) ma per la consapevolezza di aver intrapreso, nel lungo cammino di “eterno allievo”, un percorso nella lunga pratica del paracadutismo, una tappa fondamentale, un momento anche di riflessione e di rivalutazione di tutto quello che si conosceva (o si credeva di conoscere).

Si, siamo tutti più o meno consapevoli di quest’importanza, ma la visione che si ha di una simile esperienza, prima di viverla, è infinitamente lontana da quello che si vivrà a pelle. Ci si spalancano degli orizzonti che non potevamo vedere, acquisiremo una nuova consapevolezza, non solo sull’uso della vela, ma sull’esistenza, poco prima ignota, di un’ampia gamma di controlli mai esplorati, di una varierà di sfumature esistenti sul nostro mezzo aeronautico.

Non solo ho imparato tanto ma soprattutto ho capito quante cose non so…

Per chi vi scrive, in particolare, è stata un’esperienza formativa sotto molti punti di vista, anche ed in gran parte dal punto di vista umano. Innanzitutto lavorare con un professionista come Marco Arrigo merita di essere sottolineato. Un professionista, un campione, ma anche un ragazzo umile, che si sa fare piccolo come te per annullare la distanza, che non parla di se, capace di entrarti dentro e di tirare fuori anche quello di te che tu stesso ignori. Ti sorprende, non solo per il bagaglio professionale che è capace di mettere a tua disposizione, ma per il valore aggiunto di una grande dote comunicativa, semplice, diretta, immediata, per la capacità di far vivere un simile percorso di apprendimento come un’esperienza ludica. La cosa più importante che ti insegna è che non esiste ne colpa ne errore, solo una strada da percorrere, un’infinita possibilità di crescita. Una forma mentis che ti puoi mettere in tasca e tirare fuori in ogni occasione della vita.

Un merito speciale va a Stefano Piergentili, “complice” di Marco, è stato capace di motivare tutti gli allievi del corso, evento che lui stesso ha fortemente voluto per i suoi amici. Da quando ha allargato i propri orizzonti lo scorso anno con Arrigo, Stefano è sempre stato attento a tutti, prodigo di consigli ha creato, più o meno consapevolmente, una “cultura” della vela, presente e martellante, tanto che alle volte, quando si fa un atterraggio non proprio pulito si dice: “Ahò, e ora chi lo sente Pierciccino?” Praticamente abbiamo fatto il corso per non sentirlo più :-D

Tra i partecipanti al corso c’era Alessandro Aquilante “sorriso” (così ribattezzato da Arrigo), allievo con 25 salti, Michela Cancellieri “La Contessa”, con 900 salti, Roberto Ponti “Er Biondo” con 70 salti, e altri amici che rendevano il gruppo molto eterogeneo, comprendendo differenti livelli di esperienza. Una sorpresa è stata la partecipazione di un Jump Master con 3000 salti. Quest’ultimo in particolare si è meritato a fine corso i complimenti di Arrigo per l’umiltà dimostrata e la voglia di crescere. Un esempio per tutti, una spinta a volersi mettere sempre in discussione, un messaggio potente che mostra come chi ama questo sport e vuole trasmette il sapere, non dimentica mai lo stato di allievo acquisito al primo salto. Gino Valente si è meritato così anche la nostra stima (se già non ci avesse conquistati per molti altri motivi).

Non in ultimo un ringraziamento speciale va all’Aero Club del Fermano ed in particolar modo ad Ilario De Marchi per essersi messo a disposizione nel permettere questa esperienza formativa che non era in calendario, ma nata come esigenza dei suoi partecipanti.

Un gruppo di amici è cresciuto, si è affiatato, ha scoperto le proprie lacune e quelle dei propri compagni. Ora non saremo più predisposti alla critica verso gli errori degli altri, ma pronti a collaborare “consapevolmente” a vela aperta, a consigliarci, a conoscerci, a rispettarci, a diffondere la nuova cultura acquisita e a lavorare per allargare altri orizzonti.

Arrivederci al prossimo corso!

Vins

Lascia un Commento

Clicca un Tag



Fatal error: Call to undefined function esc_url() in /web/htdocs/www.airtoair.it/home/wp-content/plugins/wordpress-mobile-pack/plugins/wpmp_switcher/wpmp_switcher.php on line 475