Our mobile site
QR Code - scan to visit our mobile site

This is a 2D-barcode containing the address of our mobile site.If your mobile has a barcode reader, simply snap this bar code with the camera and launch the site.

Many companies provide barcode readers that you can install on your mobile, and all of the following are compatible with this format:

PostHeaderIcon Il Corso AFF sul mare

E si cogli l’occasione di volare sul mare fino al 30 agosto, il panorama dell’Argentario è affascinanate.
In 3 gg. possiamo fare tutto il corso AFF.
Contattaci e ci organizziamo!!

347 75 62 593

PostHeaderIcon Alice AFF

PostHeaderIcon Wingsuit Race 2015 Moli Italia

PostHeaderIcon Atterraggi fuori campo

Landing Off

Tag: Safety CheckOctober 2014

Almost every skydiver will have to deal with an off-field landing eventually. It might be the first jump or jump 10,000, but most of us will miss the drop zone landing area at some point in our skydiving careers. Visit almost any drop zone and you’ll find jumpers with loving nicknames based on their colorful exploits while landing off: Sparky, Chevy, Tree Hugger… the list is seemingly endless.

Leggi il resto di questo articolo »

PostHeaderIcon 1° World Cup in Wingsuit Performance Flight 29 05 2015

Cosa vogliono dire questi numeri?
Questi sono i “numeri” della 1° gara riconosciuta dalla FAI svoltasi a maggio 2015 a Netheravon Inghilterra per le WINGSUIT.
3 sono le discipline, tutte analizzano solo i dati relativi allo spazio compreso tra i 3000 e i 2000 m di quota. I dati vengono registrati da un apposito gps ,esattamente il FLY SIGHT.

Il competitore di solito si lancia da una quota di circa 3500m , utilizza dai 3500m ai 3000m per prendere la massima velocità verticale, per poter sfruttare poi in base al tipo di performance che deve compiere.
Per ogni specialità si compiono 3 rounds.
TIME: rimanere + tempo in volo dalla quota di 3000m a 2000m.
DISTANCE: percorrere la maggior distanza orizzontale come sopra.
SPEED: raggiungere la massima velocità orizzontale come sopra.

Come si vede dalla classifica il vincitore, in TIME ha volato come miglior risultato dei 3 ben 87.6 secondi in 1000m di quota!!!

Mentre in DISTANCE ha percorso 4501 m sempre in 1000 m di quota!!

In SPEED ha raggiunto i 302.5 km/h di velocità ORIZZONTALE!

Se accedete al link delle FAI del post precedente, potete anche vedere le velocità specifiche al secondo, giusto per curiosità in alcuni momenti del lancio la velocità verticale è stata anche solo di 30km/h!!!!

CLICCA QUI PER ANDARE AI RISULTATI FAI

Gary Connery e    Marco Pistolesi

PostHeaderIcon Wingsuit Flock Tour 1° Tappa Ravenna

01-lessxmore-hop

PostHeaderIcon Paracadutismo on the beach

E’ iniziato con uno stage strepitoso la stagione paracadutistica della scuola trasferitasi presso l’aviosuperficie Costa d’Argento ad Orbetello GR.

Grazie alla presenza di Raphael Coudray, Campione Mondiale  di freefly, proveniente dal Centro Skydive Dubai di Empuria Brava, a Max Hime Italiano , notevole esperienza  e incredibile fotografo in volo, proveniente da Skydive Dubai, Micah Couch campione di Freefly, Wingsuit anch’egli da Skydive Dubai oltre 100 partecipanti il boogie ha effettuato circa 1250 lanci in 4 gg.

Lanci in Tandem, Corsi AFF, attività addestrativa di base in ogni disciplina hanno completato un mini stage da ricordare nella cornice del mare della Costa D’Argento.

Grazie all’organizzazione , a Rambo, al presidente Lasagna, a Ciccio Canguro e Niada, alle ragazze del manifest, a tutti i colleghi dello Staff.

Sono stati 4 gg.all’insegna della crescita tecnica e il divertimento.Grazie a tutti i partecipanti!

Digia

PostHeaderIcon Intrudair to fly

PostHeaderIcon Paracadutismo Stage di Orbetello 2015

PostHeaderIcon Emozioni… del Lancio In Tandem

Parole e pensieri dopo il primo lancio in tandem …bellissimo!

É un’impresa,
Non scegliere di lanciarsi, ma spiegare cosa si prova…questa é la vera impresa!!
Mettere i piedi fuori da un portellone a 4200 m, odorare un profumo che solo il cielo ti regala, sentire il vento addosso che non ti colpisce ma che ti scuote…l’anima.
É come svegliarsi, non dal giaciglio di un letto ma dalla propria vita.
Ogni volta che ripenso all’istante del distacco in cui ogni parte del mio corpo si é staccata da quell’aereo e ho assaporato il vuoto, il petto si stringe in una nostalgia di un’emozione così forte che vorresti ancora, ancora e ancora una volta.
Ti rendi conto in quel preciso momento che tutto é a portata di mano…il mondo, la terra, i fiumi, le piccole curve di una collina, la rotondità che hai sempre studiato ma che nella tua vita con i piedi per terra hai dimenticato…tutto si rivela con una potenza che non ti spaventa anzi…ti rende cosciente.
Perché qualcosa che ti dissocia totalmente dalla tua vita può essere così infinitamente vicino all’essenza della parola emozione?
Altra impresa.
So solo che appena appoggi i tuoi piedi a terra un trauma facciale comincia a prendersi gioco di te, scopri che puoi sorridere così forte da pensare che quella sia l’espressione che vuoi conservare tutta la vita…e non riesci a rinunciarci.
É una strada a senso unico, sei faccia a faccia con le tue verità..perché è così, noi e solo noi abbiamo creato la bugia…la natura no, quando scendi sei diverso , perché neanche a mezzo metro c’é un bivio ad aspettarti…sopravvivere o vivere?
avere una scelta é l’inizio di un viaggio, difficile sicuramente, ma che PUOI intraprendere, perché hai scoperto di che pasta sei fatto.
Da qui nasce forse la dipendenza…ogni salto é un’iniezione endovenosa di forza, passione e volontà come si fa a provare una cosa simile una volta soltanto?
Detto questo, l’impresa é riuscita solo a metà, l’altro 50% non ha ancora traduzione, ma solo pura esclusiva emozione.

Clicca un Tag



Fatal error: Call to undefined function esc_url() in /web/htdocs/www.airtoair.it/home/wp-content/plugins/wordpress-mobile-pack/plugins/wpmp_switcher/wpmp_switcher.php on line 475